Guida: La desaturazione parziale

Scritto da utente cancellato / 8 commenti

La tecnica della desaturazione parziale - chiamata anche cut-out o colore selettivo - consiste nel lasciare alcuni dettagli di una foto a colori, convertendo il resto della fotografia in bianco e nero. Si ottiene così una foto desaturata, in cui un solo colore (o anche di più, a seconda del dettaglio) mantiene il suo pigmento.

La facilità con cui si ottiene questo risultato utilizzando un qualsiasi programma di post-produzione (come Photoshop o GIMP) la rende una tecnica molto usata, spesso anche da fotografi alle prime armi, anche se non sempre con i risultati sperati.
La scelta della fotografia
Ci sono alcuni fattori che andrebbero considerati, prima di iniziare, per capire se il risultato sarà effettivamente un arricchimento della foto (che dovrebbe essere, sempre, lo scopo finale di una post-produzione) o se invece si otterrà semplicemente un non voluto effetto dilettantesco.
Innanzitutto, la scelta della fotografia: è fondamentale che la fotografia sia particolarmente adatta al bianco e nero. Non è scontato che ogni foto lo sia, quindi la prima cosa da valutare, provando a desaturarla, è che la composizione non ne risenta. Una volta accertato questo punto, va individuato il particolare colorato. Anche in questo caso, si tratta di un altro particolare importante: il dettaglio dovrebbe, già da se, evidenziarsi nella composizione stessa, anche desaturata, dev’essere un soggetto rilevante della fotografia; dovrebbe inoltre avere un colore (o più colori) brillanti ed accesi - denaturare una foto lasciando un dettaglio che tende al grigio, o al marroncino, non è una scelta felice; i colori primari sono i più indicati: un rosso acceso o un blu intenso ad esempio.
La pratica
Detto questo, passiamo al lato pratico!
Gli screenshot del tutorial sono stati fatti con Adobe Photoshop CS5, ma qualunque versione o qualunque programma si adatta allo stesso procedimento.
Qui di seguito, spiegherò due metodi.
Metodo 1: Desaturazione delle gamme di colori
Il modo più semplice per ottenere la desaturazione parziale è utilizzare la saturazione del colore. Questo primo procedimento è applicabile solo alle foto in cui il dettaglio colorato sia l’unico soggetto della foto di quel colore. Questa è la foto su cui lavorerò per il tutorial:
L’idea è di lasciare esclusivamente la coccinella a colori.
Apriamo la nostra fotografia in photoshop, e dal menu, apriamo Immagini > Regolazioni > Tonalità/Saturazione:
Dal menu a tendina, invece di Composita (che regola la saturazione di tutti i colori) scegliamo le gamme di colori su cui andiamo ad operare. La coccinella è rossa, manterremo dunque la saturazione Magenta a 0, mentre imposteremo tutte le altre a -100.
Abbiamo praticamente quasi finito! Ci saranno sicuramente dei dettagli da sistemare, perché è inevitabile che alcuni dettagli della fotografia appartengano anche alla gamma di colori che abbiamo mantenuto vivida. Duplichiamo quindi il livello (Livello > Duplica livello). Selezioniamo il livello di sfondo e desaturiamolo completamente, utilizzando la modalità composita di prima. Adesso torniamo sul livello principale e, con la gomma, andiamo a eliminare tutti i colori che sono rimasti dove non desiderati.
Ed ecco il risultato:
Metodo 2: Selezione dell’area
Il procedimento precedente ha la particolarità di essere estremamente facile e veloce, ma il risultato ottenuto non sarà mai perfetto perché la separazione dei colori, nella realtà, non è mai netta. Se osserviamo la nostra coccinella, ad esempio, vedremo che nelle aree di rosso tendente al giallo, la desaturazione dei gialli si fa sentire e rende il colore finale spento e tendente ad una tonalità marrone.
Inoltre, è utilizzabile solo quando non ci sono altre aree dello stesso colore nella fotografia, come l’esempio della coccinella, ed è un caso piuttosto raro.
Questa è la foto su cui lavorerò per il tutorial:
L’idea è di lasciare solo le punte delle matite a colori.
Iniziamo selezionando il soggetto. Si può usare la selezione magica, o quella manuale, a seconda della fotografia. Non è necessaria un’accuratezza esatta in questa fase, potremo fare ancora microaggiustamenti in alla maschera seguito.
Adesso invertiamo la selezione (Selezione > Inversa) in modo da selezionare tutta la foto eccetto quello che resterà colorato.
Adesso creiamo un livello di regolazione dalla selezione corrente.
Facile, vero?
A questo punto possiamo aggiustare la maschera (la trovate nei canali), con la gomma ed il pennello, per i piccoli dettagli.
Possiamo anche aggiustare il b/n della fotografia dal pannello delle regolazioni per renderlo un pochino più accattivamente. Et voilà!
Semplicissimo, no? Capito perché è il fotoritocco più amato dai fotografi amatoriali? ;)
betti1955

2 anni fa

Grazie. Interessante. Alla prossima ci provo.
utente cancellato

2 anni fa

Impara l'arte e mettila da parte. Impara la desaturazione parziale, e non farla mai più, concordo ;)
utente cancellato

2 anni fa

Il tutorial è ottimo, brava. Personalmente però detesto questo genere di trattamento delle foto. Ci ero cascato anch'io in passato, ma ho smesso. Direi che è un po' troppo inflazionato. IMHO
utente cancellato

2 anni fa

Grazie mille ;)
aracne9

2 anni fa

grazie Anija!!! Bel tutorial...