Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Se almeno tu mi capissi - Furlissima — Il forum di Fotocontest

Fotocritica

Se almeno tu mi capissi - Furlissima

Furlissima

Ringraziando Madison@ che ha dato a questa foto un 8 che per me vale quanto un passaggio in finale, ringrazio anche tutti coloro che vorranno darmi un loro parere con un commento / critica costruttiva.
Un saluto:)
2 mesi fa 
GroupieFuoriclasseModeratoreGuruSentinellaGiudice medio

matteo_moiana

ciao, la foto mi piace, ma avrei cercato o aspettato una luce meno dura
2 mesi fa  
OlimpionicoTimidoPrincipianteGiudice buono

steferrari

Ciao Sandra, il consiglio che mi sento di darti per le foto ritrattistiche (che ultimamente stai sperimentando parecchio con dei bei risultati) è di curare la luce. Soprattutto in un ritratto femminile la luce deve essere morbidissima, delicata, non deve creare assolutamente delle ombre nette sul viso. I tuoi ritratti (se ricordo bene) sono fatti sempre con luce naturale. Questo va benissimo, ma le ombre generate dalla mano sulla sciarpa e dalla testa sul muro mi suggeriscono che si tratta di una luce diretta e molto forte. Per un ritratto in luce naturale cercherei di posizionare il soggetto dietro ad una tenda bianca che funga da grosso diffusore. Se le zone d'ombra fossero troppo scure puoi provare a schiarirle con un pannello riflettente (un pannello di polistirolo riciclato va più che bene, non servono attrezzature costose).
Ultima cosa lo sfondo, avrei cercato di mantenerlo più uniforme possibile. L'ombra della modella è un po' di disturbo, una luce più soffice sicuramente avrebbe creato un'ombra molto meno marcata. In ogni caso se si allontanasse un po' la modella dallo sfondo si eliminerebbe la sua ombra, e in più lo sfondo risulterebbe sfocato, rendendo la foto ancora più gradevole.
2 mesi fa  
FuoriclasseModeratoreAbituèTerminatorGiudice medio

Furlissima

Grazie ad entrambi per la critica: ho capito perfettamente i limiti di questa foto. La modella è una mia collega di lavoro: il tempo che abbiamo a disposizione è quello della pausa pranzo e il set fotografico è lo spazio esterno fuori dal negozio in cui lavoriamo ed in questo caso lo sfondo, una colonna del portico. Nel caso della foto corrente, è vero che la luce è dura e le ombre definite ma era mia intenzione proporre un ritratto "concettuale" e per questo motivo  questi due fattori non mi disturbavano, sicuramente diverso il discorso se trattasi ad esempio,di una foto per una copertina per una rivista di moda: è un punto di vista sbagliato?

Un saluto a tutti e se qualcun altro ha qualche altro commento è ben accetto.
2 mesi fa  
GroupieFuoriclasseModeratoreGuruSentinellaGiudice medio

mirkomacari

Non ho volutamente letto la critica di steferrari, dico la mia senza avere altri riferimenti. C'è un problema di incarnato, la dominante blu sulla pelle non mi piace. A mio modo di vedere il blu funziona quando gli altri colori sono corretti, riuscire a separarli e lavorarli separatamente fa la differenza fra una post ben riuscita ed una meno. Mi piace il taglio del ritratto, non mi piace la farfalla finta.

2 mesi fa  
LeggendaModeratoreGuruGiudice medioEminenza

Ayahuasca

ciao @Furlissima, concordo in parte con i commenti che precedono.
è vero, la luce è dura. Ma non è per forza sbagliato. Certi fotografi ne hanno fatto il loro punto di forza e tratto distintivo.
è anche vero che spesso è preferibile una luce più morbida per i ritratti, soprattutto femminili, ma non è certo una legge assoluta. 
Puoi fotografare quello che vuoi, nella maniera che ritieni più adeguata, basta che l'intento (o la visione) motivi la tecnica usata. 

Dici di aver usato questa luce perché volevi fare un ritratto concettuale. Non capisco cosa tu intenda per concettuale, ma hai comunque usato una certa tecnica per raggiungere un determinato risultato. 
E devo comunque ammettere che, per quanto dura, sei riuscita a gestire questa luce assai bene. le ombre sul viso non sono poi così marcate, anche se la guancia destra della modella manca un po' di dettaglio. 
per ovviare a queste differenze luminose avresti potuto chiedere alla modella di alzare leggermente il mento e girare il viso un po' più verso la luce.
Per i ritratti "in posa", la posa è davvero importante. e la posa è da gestire in base al viso (e corpo) del(la) modello/a, il contesto e, soprattutto, la luce.
Quello che per me stona nel tuo ritratto è la differenza tra luce dura e la delicatezza della posa e dei colori. 
Una luce più morbida non solo avrebbe giovato alla pelle, ma avrebbe inoltre sottolineato la delicatezza della scena che hai creato. E avrebbe messo in risalto il blu.
E qui mi riallaccio al commento di @mirkomacari. in effetti l'incarnato è troppo rosa (dovuto probabilmente alla dominante blu).
Spesso nelle foto c'è una dominante, dovuta magari al bilanciamento del bianco, o al verde della vegetazione, o alla presenza di un muro colorato... in post è quindi importante ridare il colore originale alle tonalità, per evitare che sia tutto verde, o blu, o rosa eccetera eccetera.
e Mirko ha ragionissima quando dice che "riuscire a separarli e lavorarli separatamente (i colori) fa la differenza fra una post ben riuscita ed una meno"

In questo periodo della mia vita mi sto veramente appassionando di post-produzione, e da un po' mi educo sulla separazione dei colori.
ho quindi cercato di lavorare la tua foto per farti capire cosa intendo quando parlo di separazioni, dominanti e co. 
spero tu non me ne voglia. 
ecco i passaggi principali:
- ho "ricomposto" la tua foto per eliminare l'ombra sul muro, troppo pesante secondo me. 
- ho alzato i neri (livelli) per sfumare e alleggerire le ombre, ma con una maschera e un pennello ne ho tolto un po' dal viso e mano (sennò era tutto troppo opaco)
- ho bilanciato l'esposizione, sottoesponendo la parte destra del viso, che è sovraesposta, e illuminando la sinistra, che è scura. 
- ho tolto del blu e del rosa alla pelle (ho quindi aggiunto un po' di giallo e verde) per togliere il blu dominante. poi ho aggiunto del rosso per un effetto "sano"
- ho aggiunto del giallo e del rosso per eliminare il blu sulla pelle della mandibola per eliminare il colore riflesso della sciarpa
- ho aggiunto del blu su tutti i blu, poi un po' di rosa su occhi e maglione, e del cyan alla sciarpa. in questo modo i blu sono più blu ma ognuno mantiene la tonalità d'origine.
- ho alzato anche i blu nelle ombre (sempre con livelli), ma ne ho tolto un po' (con pennello leggero) sulla pelle. quando si aggiunge una dominante, è meglio toglierne a sufficienza dalla pelle in modo che il risultato sia uniforme e "vero", ma non troppo da far risultare la pelle verde o gialla in contrasto. 

spero tu non me ne voglia di aver rielaborato la tua foto, utlimamente non ho molto da fare ;)
se vuoi ti mando la foto in .psd con tutti i passaggi.



e scusa per il papiro!!!!
 
2 mesi fa  
AssiduoLeggendaModeratoreGuruSentinellaGiudice buonoEminenza

Massimiliano_Montemagno

Ayahuasca ha scritto:
ciao @Furlissima, concordo in parte con i commenti che precedono.
è vero, la luce è dura. Ma non è per forza sbagliato. Certi fotografi ne hanno fatto il loro punto di forza e tratto distintivo.
è anche vero che spesso è preferibile una luce più morbida per i ritratti, soprattutto femminili, ma non è certo una legge assoluta. 
Puoi fotografare quello che vuoi, nella maniera che ritieni più adeguata, basta che l'intento (o la visione) motivi la tecnica usata. 

Dici di aver usato questa luce perché volevi fare un ritratto concettuale. Non capisco cosa tu intenda per concettuale, ma hai comunque usato una certa tecnica per raggiungere un determinato risultato. 
E devo comunque ammettere che, per quanto dura, sei riuscita a gestire questa luce assai bene. le ombre sul viso non sono poi così marcate, anche se la guancia destra della modella manca un po' di dettaglio. 
per ovviare a queste differenze luminose avresti potuto chiedere alla modella di alzare leggermente il mento e girare il viso un po' più verso la luce.
Per i ritratti "in posa", la posa è davvero importante. e la posa è da gestire in base al viso (e corpo) del(la) modello/a, il contesto e, soprattutto, la luce.
Quello che per me stona nel tuo ritratto è la differenza tra luce dura e la delicatezza della posa e dei colori. 
Una luce più morbida non solo avrebbe giovato alla pelle, ma avrebbe inoltre sottolineato la delicatezza della scena che hai creato. E avrebbe messo in risalto il blu.
E qui mi riallaccio al commento di @mirkomacari. in effetti l'incarnato è troppo rosa (dovuto probabilmente alla dominante blu).
Spesso nelle foto c'è una dominante, dovuta magari al bilanciamento del bianco, o al verde della vegetazione, o alla presenza di un muro colorato... in post è quindi importante ridare il colore originale alle tonalità, per evitare che sia tutto verde, o blu, o rosa eccetera eccetera.
e Mirko ha ragionissima quando dice che "riuscire a separarli e lavorarli separatamente (i colori) fa la differenza fra una post ben riuscita ed una meno"

In questo periodo della mia vita mi sto veramente appassionando di post-produzione, e da un po' mi educo sulla separazione dei colori.
ho quindi cercato di lavorare la tua foto per farti capire cosa intendo quando parlo di separazioni, dominanti e co. 
spero tu non me ne voglia. 
ecco i passaggi principali:
- ho "ricomposto" la tua foto per eliminare l'ombra sul muro, troppo pesante secondo me. 
- ho alzato i neri (livelli) per sfumare e alleggerire le ombre, ma con una maschera e un pennello ne ho tolto un po' dal viso e mano (sennò era tutto troppo opaco)
- ho bilanciato l'esposizione, sottoesponendo la parte destra del viso, che è sovraesposta, e illuminando la sinistra, che è scura. 
- ho tolto del blu e del rosa alla pelle (ho quindi aggiunto un po' di giallo e verde) per togliere il blu dominante. poi ho aggiunto del rosso per un effetto "sano"
- ho aggiunto del giallo e del rosso per eliminare il blu sulla pelle della mandibola per eliminare il colore riflesso della sciarpa
- ho aggiunto del blu su tutti i blu, poi un po' di rosa su occhi e maglione, e del cyan alla sciarpa. in questo modo i blu sono più blu ma ognuno mantiene la tonalità d'origine.
- ho alzato anche i blu nelle ombre (sempre con livelli), ma ne ho tolto un po' (con pennello leggero) sulla pelle. quando si aggiunge una dominante, è meglio toglierne a sufficienza dalla pelle in modo che il risultato sia uniforme e "vero", ma non troppo da far risultare la pelle verde o gialla in contrasto. 

spero tu non me ne voglia di aver rielaborato la tua foto, utlimamente non ho molto da fare ;)
se vuoi ti mando la foto in .psd con tutti i passaggi.



e scusa per il papiro!!!!
 
Mi piace la resa sulla pelle, bel lavoro in post. Ciao
2 mesi fa  
GroupieLeggendaModeratoreGuruSentinellaGiudice buono

Madison

Mi sento di spendere anch’io qualche minuto perché, nonostante il voto in scrutinio, ho risconttrato e mi trovo d’accordo sui difetti già segnalati ed egregiamente risolti da chi mi ha preceduto.
Faccio una premessa sulle dominanti, non riferendomi particolarmente a questa foto, ma in generale.
Quando esce un contest sui colori, un’operazione che fanno in molti è prendere una foto (che spesso con quel colore non c’entra nulla) e volerla adattare a forza, semplicemente inserendo quel determinato colore un po’ ovunque, pensando forse che ‘più ce n’è meglio è’.
Sui bianchi in particolare, si nota quando è stata forzata un po’ la mano.

Tornando a questa foto, ho provato anch’io a rielaborarla soffermandomi un po’ più sullo sfondo, che trovo poco interessante, cercando di far uscire la grana naturale del muro; in aggiunta un po’ di colorazione (ma non è necessaria) e un minimo di vignettatura per rendere l’insieme meno piatto.
Ho eliminato l’ombra dura del cappello sul muro e rifatto il taglio, eliminando la punta piegata del cappello che dava un po’ la forma da ‘puffo’.
Sul dorso e punta del naso ho cercato di eliminare il ‘lucido’ ammorbidendo anche leggermente la punta aquilina per dare più armoniosità.
La farfalla finta non piace neanche a me a dire il vero, molto meglio magari un fiore (vero) ma già che c’era, ho cercato di renderla meno pacchiana eliminando almeno gli strass.
Un’alternativa di post produzione (che viene spesso anche adottata per ’salvare’ scatti con luci troppo dure) potrebbe essere quella di trasformarla in un high-key.

Ciao!

2 mesi fa  
GroupieLeggendaComareGuruA volte ritornanoTerminatorGiudice buono

steferrari

Penso che questo stia diventando il post su fotocritica più bello di sempre :* 
2 mesi fa  
FuoriclasseModeratoreAbituèTerminatorGiudice medio

Furlissima

Che dire! Grazie veramente a tutti! E' vero Stefano, mai ricevuto critiche più istruttive e costruttive, una vera e propria scuola di fotografia! Mi rileggerò con molta attenzione i post di Ayahuasca@ ( se non sbaglio sei originaria della mia zona: Mantova) e Madison@ e appena ho tempo ( lavoro in un negozio per cui il fine settimana è sempre impegnativo) vi risponderò e semmai vi farò qualche domanda approfittando della vostra gentilezza e disponibilità.

Un grazie veramente di cuore :*

Buon fine settimana a tutti/e
2 mesi fa  
GroupieFuoriclasseModeratoreGuruSentinellaGiudice medio

kalonik

steferrari ha scritto:
Penso che questo stia diventando il post su fotocritica più bello di sempre :* 
Beh come non dargli ragione;) io uso combinazioni di luci e incarnato spesso contrastanti ma io non faccio testo, ho un mio modo di vedere alcune scene in b/w.
Adoro @Ayahuasca e ahimé ho un debole per @Madison, non avresti potuto ricevere una recensione migliore;)
2 mesi fa  
FuoriclasseModeratoreAbituèGiudice buono